Orchetto marino dagli occhiali  

 

Melanitta perspicillata

http://en.wikipedia.org
http://en.wikipedia.org
http://www.ittiofauna.org
http://www.ittiofauna.org

Caratteri distintivi: L'orco marino dagli occhiali (Melanitta perspicillata) viene classificato nel sottogenere Melanitta, insieme agli orchetti vellutati e a quelli dalle ali bianche, distinto dal sottogenere Oidemia, gli orchetti neri e quelli comuni. Una femmina adulta pesa in media 900 grammi ed è lunga 44 cm, mentre un maschio adulto raggiunge i 1050 grammi e i 48 cm, dimensioni che fanno di questa specie la più piccola degli orchetti. Questa specie è caratterizzata da un grande becco di forma tozza. Il maschio è tutto nero, ad eccezione di alcune macchie bianche sulla nuca e sulla fronte. Ha un becco bulboso rosso, giallo e bianco. Le femmine sono uccelli bruni con macchie pallide sulla testa. La testa a forma di zeppa e la mancanza di zone bianche sulle ali aiutano a distinguere le femmine di orchetto marino dalle femmine di orchetto vellutato.

Alimentazione: I membri adulti di questa specie si immergono alla ricerca di crostacei e molluschi, mentre gli anatroccoli dipendono da una vasta gamma di invertebrati di acqua dolce.

www.oiseaux.net
www.oiseaux.net

Distribuzione e habitat:

Sverna un po' più a sud, in zone temperate, sulle coste degli USA settentrionali. Un piccolo numero sverna regolarmente in Europa occidentale, spingendosi a sud fino alla Gran Bretagna e all'Irlanda. Alcuni uccelli possono trascorrere l'inverno sui Grandi Laghi. Sulle acque costiere particolarmente accoglienti forma grandi stormi. I membri di questi raggruppamenti sono strettamente uniti e questi uccelli tendono a decollare tutti insieme.

Uovo:

Il nido edificato viene costruito sul suolo, nei pressi del mare, di laghi o fiumi, nelle foreste o nella tundra. Vi vengono deposte 5-9 uova. Un uovo può pesare 55-79 grammi ed avere una larghezza media di 43,9 mm e una lunghezza di 62,4 mm. Occasionalmente (e forse accidentalmente), in aree con un'alta densità di nidi, le nidiate vengono mischiate tra femmine diverse. Lo sviluppo è relativamente rapido e il periodo di incubazione varia dai 28 ai 30 giorni. I piccoli raggiungono l'indipendenza a circa 55 giorni.